CONFERENZA SUL SISTEMA CRANIO SACRALE Martedì 19 maggio alle ore 20,45

La conferenza è ad ingresso libero e gratuito.
 
Il Sistema Cranio-Sacrale è un sistema fisiologico presente in tutti gli esseri viventi dotati di
cervello e midollo spinale. La sua formazione inizia nel grembo materno e il suo funzionamento prosegue fino alla morte. Quando il Sistema Cranio-Sacrale è disturbato, il cervello e il midollo spinale ne risentono. Questi organi sono la parte più intima ed interna del nostro essere; dalla loro salute dipende la funzionalità dei nostri sensi, del nostro stato emotivo e della nostra normale attività motoria.
L’approccio Cranio-Sacrale è un metodo di lavoro concepito per valutare e riequilibrare gli eventuali disturbi a carico di questo Sistema. E’ stato definito Cranio-Sacrale perché include tutte le ossa del cranio e della faccia e si estende poi come un sistema idraulico e di membrane fino alla base della colonna vertebrale: l’osso sacro. Internamente alle membrane scorre e fluttua un liquido che nutre e protegge il cervello e il midollo spinale. Il liquido è sospinto in circolo da un meccanismo che regola ed alterna le fasi della sua produzione. L’alternanza di queste fasi genera un ritmo che, in condizioni normali, si manifesta con onde cicliche di 6-12 volte al minuto: il
Ritmo Cranio-Sacrale.
Le ossa craniche e l’osso sacro assecondano sincronicamente i moti fluttuanti del liquido con deboli movimenti riflessi. Tale armonica sincronia è indispensabile per il buon funzionamento del Sistema.
Qualsiasi evento traumatico che abbia interessato la testa, l’osso sacro o la spina dorsale – come può accadere in un incidente stradale, in seguito ad un movimento brusco o per una caduta sul bacino mentre si scendono le scale – può riflettersi in modo dannoso sul Sistema Cranio-Sacrale e disturbarne la funzionalità.
L’effetto positivo del Trattamento Cranio-Sacrale si basa sul rilancio del potenziale autocorrettivo proprio del corpo umano. La forza idraulica, inerente al Sistema stesso, contribuisce notevolmente al processo di autocorrezione. Le tecniche servono a rimuovere gli ostacoli che il Sistema da solo non è in grado di superare. L’Approccio Cranio-Sacrale è delicato, intimo e non invasivo. I test di valutazione e le tecniche di correzione utilizzano pressioni che non superano i 5-10 grammi e questo garantisce sicurezza e scarsa possibilità di errore. Spesso, durante i test, parte delle restrizioni del Sistema si allentano e le forze interne sono già in grado di procedere all’autocorrezione.
Molti disturbi dell’uomo moderno sembrano essere in relazione con le disfunzioni del Sistema
Cranio-Sacrale.
 
La conferenza è tenuta da Catia Fratesi e Sergio Santoni, autore di Oloshiatsu – La via dinamica dello
Zen Shiatsu, La conoscenza esperienziale

Giuseppina Domenicucci
centrocerchiodiluce@gmail.com
Non ci sono commenti

Pubblica un commento
This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.